Regionali 2023, qui centrosinistra: il candidato presidente sarà una personalità politica molisana

Scritto da

Assenti al tavolo i movimenti civici che rivendicano a tutti i costi discontinuità con il passato e chiedono il disegno del perimetro delle alleanze senza aperture forzose al centro.

È di stasera il primo accordo verso la scelta del candidato Presidente alle elezioni del 25 e 26 giugno del centrosinistra.

Si tratterà di un politico e di una persona residente in Molise. Come pensava sia una parte del Pd che del Movimento Cinque Stelle. Entrambi contrari a un nome catapultato da Roma e che non abbia esperienza politica.

Un’ altra novità è l’assenza dei movimenti civici al tavolo che si è svolto oggi nella sede di Articolo 1 in via XXIV maggio.

Molise Domani è pronto a rientrare qualora venga assicurata quella discontinuità che j partiti del centrosinistra avevano annunciato a novembre quando i tavoli di confronto sono iniziati ufficialmente.

Oggi erano presenti al tavolo il Pd, il Movimento Cinque Stelle, il Partito Socialista, Articolo 1 e Sinistra Italiana. Mancano ancora i rappresentanti di Azione e Italia Viva di cui alcune fonti danno per certo un discorso parallelo con il centrodestra.

Ma una parte del Pd e il Psi stanno cercando comunque di allargare il campo e quindi il perimetro delle alleanze anche ai centristi.

Su questo resta la posizione critica del Movimento Cinque Stelle e della sinistra più radicale. Insomma piccoli passi verso il risultato che però è ancora lontano fin quando non si disegna bene il perimetro delle alleanze.

Il tavolo è aggiornato a dopodomani, mercoledì 22 marzo.