Toma tra subcommissario ed elezioni regionali: il caso all’interesse di Fuori dal Coro

Scritto da

Un Toma a 360 gradi quello di questa mattina in Giunta Regionale. La nomina del nuovo subcommissario alla Sanità, avvenuta in tempi record e senza la concertazione tra Governo centrale e Governo regionale ( entrambi di centrodestra), ha risvegliato anche gli interessi della stampa nazionale.

E dopo essersi occupata della questione Atm, la trasmissione Fuori dal Coro è tornata in Molise per intervistare Toma sul tema sanità.

Il Commissario ad acta si dice pronto a collaborare con il nuovo subcommissario anche se non ha condiviso il metodo della nomina governativa.

La collega di mediaset gli ha contestato uno spreco di risorse dedicate al festival di Sanremo che fa da contraltare a una sanità dai profondi tagli.

” Se avessi spostato risorse da un capitolo all’altro- dichiara Toma- sarei stato oggetto della Corte dei Conti”.

Ma di non sola sanità vive il Molise. Altro tema importante, su cui il Presidente della Regione era stato contestato di recente anche dai consiglieri regionali, è quello delle elezioni regionali del 25 e 26 giugno.

Quaranta giorni dopo le amministrative di maggio del 14 e 15. La nostra domanda è stata chiara: quanto spreco ci sarebbe? Il presidente ha sottolineato che se qualcuno glielo farà notare saprà quanti soldi si sarebbero potuti risparmiare con una election day.

Ecco l’ intervista integrale al presidente della Regione.