Regionali 2023, ecco come sarà la scheda elettorale

Scritto da

La macchina elettorale verso le regionali va avanti. Infatti con proprio decreto, il presidente della giunta regionale Donato Toma ha approvato il modello di scheda per l’elezione del presidente della giunta regionale e del consiglio regionale del Molise di domenica 25 e lunedì 26 giugno. 

É di colore verde ed è suddivisa in quattro parti uguali. 

La prima e la seconda parte contengono lo spazio necessario per riprodurre, verticalmente ed in misura omogenea, a partire da sinistra, i nomi ed i cognomi dei candidati alla carica di Presidente della Giunta regionale, al cui fianco sono riportati, racchiusi in un più ampio rettangolo, il contrassegno del candidato a Presidente della Giunta regionale e i contrassegni delle liste circoscrizionali regionali riunite in coalizione o liste singole con cui il candidato è collegato. 

Accanto al contrassegno di ciascuna lista circoscrizionale regionale sono riportate due righe per l’espressione del voto di preferenza ai candidati. 

Lo spazio riservato a ciascun candidato e alla lista o alle liste ad esso collegate è racchiuso entro un rettangolo. 

Il nominativo di ciascun candidato a Presidente della Giunta regionale è a sua volta racchiuso entro un rettangolo di minori dimensioni, ed è collocato geometricamente in posizione centrale rispetto al proprio contrassegno e al contrassegno della lista unica regionale ad esso collegata o ai contrassegni delle liste regionali riunite in coalizione ad esso collegate. 

Ciascun contrassegno, sia del candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale, sia della lista o delle liste collegate, è riprodotto in forma circolare della dimensione di mm. 30. 

La terza e la quarta parte della scheda sono composte con gli stessi criteri previsti per la prima e la seconda parte. 

In caso di necessità, si farà ricorso all’aggiunta verso destra di ulteriori e successive parti fino a raggiungere la dimensione sufficiente per la stampa di tutti i candidati a Presidente della Giunta regionale e dei contrassegni di tutte le liste regionali ammesse. 

I contrassegni di lista da riprodurre in ciascuna parte non possono essere in numero superiore a nove. Tuttavia, qualora un candidato a Presidente della Giunta regionale risulti collegato a più di nove liste regionali, l’altezza della scheda dovrà essere opportunamente aumentata al fine di consentire la stampa di tutti i contrassegni previsti. 

I nominativi dei candidati a Presidente della Giunta regionale e i contrassegni delle liste ad essi collegati devono essere riprodotti secondo l’ordine risultante dalle operazioni di sorteggio e numerazione effettuate dall’Ufficio unico circoscrizionale in sede di ammissione definitiva dei candidati e delle liste regionali. 

La scheda deve essere piegata verticalmente in modo che la prima parte ricada sulla seconda parte, entrambe sulla terza e il tutto sulla quarta, ed eventualmente, sulla quinta, sulla sesta e su quelle successive, seguendo il verso delle pieghe verticali equidistanti tra loro. La scheda, così piegata, deve essere ulteriormente piegata orizzontalmente a metà, in modo da lasciare esternamente visibile il riquadro stampato, contenente le indicazioni relative al tipo di elezione e alla data della votazione, alla firma dello scrutatore ed al bollo della sezione.