Oss traditi, provano a chiedere un incontro al presidente Toma ma per ora nulla di fatto

Scritto da

Gli oss a cui non sono stati rinnovati i contratti scaduti il 31 dicembre, che avevano ricevuto promesse di contratto a tempo indeterminato dal Governo nazionale e regionale per aver lavorato in tempo di Covid, hanno chiesto un nuovo confronto al presidente della Regione Donato Toma.

Sono andati sotto la Giunta Regionale accompagnati dal loro portavoce Emilio Izzo. Che aveva chiesto un incontro con la segretaria del presidente.

La quale è scesa ed è avvenuto un confronto abbastanza duro tra le parti, che non è stato possibile documentare né con immagini né con video a causa del diniego della struttura regionale .

L’incontro con il presidente non è avvenuto ma potrebbe essere fissato nelle prossime ore. Il numero uno di Palazzo Vitale era impegnato in una videoconferenza dove era relatore.

Sul caso è intervenuto anche Nicola Lanza di Azione Civile.

“Come referente di Azione Civile confermo tutta la nostra solidarietà e vicinanza sia ai lavoratori OSS che al loro portavoce Emilio Izzo. Confidiamo nella disponibilità del Presidente Donato Toma nel ricevere una delegazione, in assenza la nostra organizzazione politica non potrà che essere al fianco dei lavorotori e del comitato tutto”.