Oss traditi, nessun confronto con Toma in Giunta. Izzo promette battaglia

Scritto da

Il comitato Traditi, per la lotta dei 67 Oss lasciati fuori da Regione e Asrem, dopo aver lavorato in pandemia sapendo di aver diritto poi a una assunzione a tempo indeterminato, si è presentato questa mattina davanti alla Giunta Regionale per una protesta non violenta.

Le intenzioni di Emilio Izzo, promotore del comitato, erano quelle di ottenere un incontro con il presidente della Regione Donato Toma.

Confronto che non è avvenuto, nonostante le insistenze del comitato, in primis perché il presidente Toma ha sostenuto di non essere a conoscenza della protesta, in secundis perché, a detta del presidente, era in corso una riunione di Giunta Regionale per parlare di sanità e in particolare della situazione di Neuromed.

A parlare con i circa 50 manifestanti presenti oggi in via Genova si è presentata la segretaria del presidente che ha aggiornato la comunicazione con Izzo alle 15.

A quell’ora si saprà entro quanti giorni Toma è disposto a ricevere gli Oss traditi. Se si tratta di pochi giorni il comitato è disposto ad ad aspettare. Se invece il presidente desse un appuntamento troppo lontano allora sarà protesta più dura.

A sostegno degli Oss anche i partiti antisistema PC, Pmli e Azione Civile.