Consiglio Regionale, è ufficiale la dodicesima legislatura chiude il 7 marzo

Scritto da

Fino alle prossime elezioni ci saranno quasi 4 mesi senza riunioni ordinarie del consiglio regionale. Ma soprattutto si chiude senza aver approvato alcun bilancio di previsione per gli anni a venire.

Inizierà il 7 marzo e terminerà probabilemente a luglio, dopo le elezioni del 25 e 26 giugno, il tempo in cui il consiglio regionale sarà fermo se non per gli affari correnti.

Lo ha stabilito la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi Consiliari presieduta dal Presidente Salvatore Micone.

L’ ultima riunione nella mattinata la Conferenza dove sono stati discussi gli argomenti da trattare nella prossima seduta del Consiglio regionale.
Il Presidente Micone, sentiti i vari Presidenti di Gruppo, ha deciso di fissare per martedì il 7 marzo la seduta dell’Assemblea Legislativa, l’ultima ordinaria della XII Legislatura.
Tra gli argomenti da discutere quelli iscritti all’ordine del giorno dell’aggiornata seduta dello scorso 7 febbraio.

Saranno molte le proposte di legge presentate che non vedranno la luce. Presentate e ferme in commissione oppure nemmeno arrivate nelle quattro permanenti.

Oggettivamente sono tanti quasi quattro mesi di stop del Consiglio Regionale. Anche se si tiene presente che al termine del 2022 non è stato stilato alcun bilancio di previsione per gli anni futuri.

Toccherà alla prossima legislatura decidere in merito. Probabilmente in piena estate e con una esperienza politica da verificare, non conoscendo ora i nomi dei prossimi eletti.

L’assenza di programmazione futura è l’ultimo regalo di chi ha governato dal 2018- 2023. Una pesante eredità per la tredicesima legislatura.