Sanità allo sfascio, sindaci a Roma il 18 aprile

Scritto da

Incontrare il ministro Schillaci per denunciare lo Stato di salute della Sanità molisana.

É quanto chiede la conferenza dei sindaci rappresentata dal presidente Daniele Saia e dai primi cittadini di Campobasso Roberto Gravina, di Termoli Francesco Roberti e di Isernia Piero Castrataro.

Dovevano essere presenti in conferenza stampa anche i sindaci di Venafro e Larino ma non c’ erano per motivi istituzionali ( sabato si chiudono le presentazioni delle liste per le comunali che interessano proprio i loro paesi

É stata ufficializzata la manifestazione che gli stessi Sindaci molisani hanno organizzato per il prossimo martedì 18 aprile a Roma al Ministero della Salute.

Il Comitato dei Sindaci si ritroverà a Roma, nei pressi della sede del Ministero della Salute, a Lungotevere Ripa, 1, martedì 18 aprile, dalle 10.30 alle 13.00. Al termine del sit-in, una delegazione, composta molto presumibilmente dal Direttivo della Conferenza dei Sindaci, salirà dal Ministro per consegnare un documento precedentemente condiviso e concordato con tutti i Sindaci molisani.

Ogni sindaco, oltre a presentare le istanze comuni parlerà anche per il proprio territorio di riferimento.

Come ha fatto il presidente della conferenza Daniele Saia, sindaco di Agnone, che chiede per il suo ospedale che rimanga lo stato di particolarmente disagiata.

Il sindaco di Campobasso Roberto Gravina invece lamenta il mancato riconoscimento del Dea di secondo livello per il Cardarelli di Campobasso e una elisuperficie importante per il funzionamento del nosocomio.

Importante la manifestazione anche per il sindaco di Termoli e presidente della Provincia di Campobasso Francesco Roberti che ha lamentato una mancanza cronica di personale proprio al San Timoteo

Il sindaco di Isernia Piero Castrataro ha chiesto maggiore impegno a un governo che invece i soldi per finanziare la guerra in Ucraina li ha trovati.

Sarà possibile per tutti essere presenti alla manifestazione. Si raggiungerà Roma con tre pullman. Nessuno è stato escluso hanno tenuto a sottolineare i sindaci.

Qui il video integrale della conferenza stampa