Morto Silvio Berlusconi: aveva 86 anni il padre di Forza Italia e del berlusconismo

Scritto da

All’ età di 86 anni è morto questa mattina all’ ospedale San Raffaele di Milano, il fondatore di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Il fratello Paolo e i figli Eleonora, Barbara, Marina e Pier Silvio sono all’ospedale San Raffaele dove l’ex premier e leader di FI ed ex premier è morto stamani.

Tutti erano arrivati nel giro di pochi minuti.

L’ex premier era entrato nella struttura venerdì scorso per essere sottoposto ad “accertamenti programmati” legati alla leucemia mielomonocitica cronica di cui soffriva da tempo. 

Politicamente nel 1994, promettendo la favola di un milione di posti di lavoro subito, si era lanciato con la fondazione di Forza Italia.

Ha creato negli anni un movimento, il berlusconismo, che andava oltre Forza Italia ed é diventato un simbolo culturale della decadenza della società italiana, basata su un capitalismo sfrenato che poca attenzione da ai problemi delle persone e del lavoro stesso.

Il berlusconismo è il contrario della meritocrazia, basato sull’ apparenza e soprattutto su uno svilimento della figura della donna vista come un orpello e non come un soggetto pensante.

Veline, letterine e donne immagine sono il frutto di questa cultura. Lo ricordiamo 5 anni fa alla scorsa campagna per le regionali, quelle che vinse Donato Toma, quando a San Giuliano di Puglia rimproverò un ragazzino che portava l’orecchino.

Recente l’ uscita come presidente del Monza: porto un pullman di “troie” a tutti i calciatori che vincono la partita.

Ricordiamo anche il “culona inchiavabile” dedicato alla cancelliera tedesca Angela Merkel. E anche ” un soldato per ogni bella ragazza per evitarne lo stupro”.

Questo é il berlusconismo che renderà Silvio Berlusconi immortale. La successione politica è nelle mani di Antonio Tajani e di Marta Fascina, ultima creatura del berlusconismo. Già alle europee del 2024 vedremo direttamente cosa sarà Forza Italia dopo Silvio Berlusconi.